A.P.M. S.p.A. utilizza Cookie tecnici per offrire una migliore navigazione di qualità e per rendere il nostro sito web facile da utilizzare.

 
 
RICHIESTA DI INFORMAZIONI
 
Una richiesta scritta di informazioni può essere inoltrata da un utente APM o da altro soggetto interessato riguardo ad uno o più servizi del SII (acquedotto, fognatura e depurazione)  erogati dal gestore purché non sia la segnalazione di un disservizio. Verrà inviata una risposta scritta da entro 30 giorni lavorativi (tempo standard previsto dalla delibera ARERA 655/2015/R/idr).
 
Prima di inoltrare una richiesta di informazioni, si consiglia di consultare gli argomenti elencati di seguito che permetteranno di avere risposte immediate senza dover attendere il tempo di risposta scritta.
 
Per informazioni telefoniche è possibile contattare il Servizio Clienti che risponde dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00; il sabato dalle 8:00 alle 13:00. 

Da Telefono Fisso: numero verde gratuito 800.204.233
Da Telefono Cellulare: 0733.1776774

Le informazioni riguardanti i dati contrattuali soggettivi potranno essere fornite soltanto all'intestatario del contratto.
 
Nel caso si desideri comunque inviare una richiesta di informazioni, si può scaricare, compilare, firmare ed inviare il modulo che segue, secondo le modalità previste, unitamente al documento di identità del richiedente.
 
E’ anche possibile eseguire la compilazione guidata dello stesso modello, previa registrazione, al nostro sportello idrico online.
 
 
 
 
RICHIESTA DI SOPRALLUOGO

La richiesta di sopralluogo tecnico deve essere inviata quando si ha la necessità di effettuare un nuovo allacciamento alla rete idrica (nuova opera di presa, collettore, contatore), spostamento di contatore esistente, segnalazioni tubazioni idriche e fognarie, allacciamento alla rete fognaria ed altro.
Tale richiesta prevede un versamento dei diritti di sopralluogo.
Il preventivo eventualmente redatto non è impegnativo per l’utente e verrà inviato tramite il canale indicato nella richiesta entro i tempi previsti dalla delibera ARERA 655/2015/R/idr (20 giorni lavorativi).
 
E’ possibile eseguire la compilazione guidata del modello, previa registrazione, al nostro sportello idrico online o scaricare il modello da compilare ed inviare con gli allegati secondo le modalità previste.
 
 


CONTRATTO NUOVA ATTIVAZIONE UTENZA
 
Ai fini dell'attivazione di una nuova utenza occorre verificare che ci sia un attacco predisposto nell'alloggiamento contatori o ci sia stato  un sopralluogo tecnico con relativo preventivo in corso di validità.
Per la compilazione della richiesta di attivazione di una nuova fornitura occorre avere la documentazione necessaria a seconda che si tratti  di un’utenza per “uso domestico” o “non domestico”.
 
Il contratto potrà essere stipulato con le seguenti modalità:
 
1. per chi vuole recarsi allo sportello APM: il soggetto richiedente deve presentarsi personalmente (non verrà accettata la delega alla firma) presso gli  sportelli utenti APM  con la documentazione necessaria;


2. per chi vuole presentare la richiesta senza recarsi allo sportello è necessario utilizzare la compilazione guidata previa registrazione allo sportello online. La richiesta di attivazione dovrà essere compilata e stampata, firmata ed inviata con i relativi allegati (attenzione la fotocopia del documento d'identità deve essere firmata in calce) tramite le seguenti modalità:

  • Invio per posta elettronica all'indirizzo:
  • Invio per posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo:
  • Invio via Fax al numero: 0733 2935226
  • Invio per posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.

Verificata la correttezza della richiesta seguirà da parte del gestore l'accettazione del contratto con indicazione dell'importo da pagare come da prezziario vigente, l'installazione verrà eseguita dopo il pagamento.
Successivamente all'inoltro della richiesta, si prega di inviare l'originale della stessa (senza allegati), con le seguenti modalità:

  • Posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.
  • PEC all'indirizzo:  con la richiesta provvista di firma digitale

Ai sensi del DM 37 del 22/01/2008 e del DM del 19/05/2010 è necessario produrre anche la Dichiarazione di conformità dell'impianto idrico interno; nel caso di impianto idrico realizzato prima del 27/03/2008 tale atto potrà essere sostituito da una Dichiarazione di rispondenza, resa da un professionista abilitato ai sensi dell'art.7 comma 6 del DM 22/01/08 n°37.

Scarica elenco documenti necessari per la compilazione per contratto nuovo (utenze domestiche)
Scarica elenco documenti necessari per la compilazione per contratto nuovo (utenze non domestiche)
Riepilogo costi contrattuali
Scarica autorizzazione del proprietario immobile
Scarica modello di delega alla presentazione/ritiro contratto

 
VOLTURA CONTRATTO UTENZA ATTIVA

La richiesta di voltura del contratto relativo ad una fornitura che risulti attiva può essere inoltrata dall’utente finale che deve avere la documentazione necessaria a seconda che si tratti di una voltura di un’utenza  per “uso domestico” o “non domestico”.
Il nuovo utente deve obbligatoriamente comunicare un’autolettura del misuratore idrico.
Si evidenzia che, in caso di insolvenze dell’utente uscente e/o del richiedente la voltura, il gestore si riserva di richiedere il pagamento delle morosità o l’attestazione dell’estraneità al debito, prima di effettuare il contratto (art. 17  Regolamento SII e art. 15 del. 655/2015 ARERA). 
 
Il contratto potrà essere stipulato con le seguenti modalità:
 
1. per chi vuole recarsi allo sportello APM: il soggetto richiedente deve presentarsi personalmente (non verrà accettata la delega alla firma) presso gli  sportelli utenti APM  con la documentazione necessaria;
 
2. per chi vuole presentare la richiesta senza recarsi allo sportello è necessario utilizzare la compilazione guidata previa registrazione allo sportello online. La richiesta di attivazione dovrà essere compilata e stampata, firmata ed inviata con i relativi allegati (attenzione la fotocopia del documento d'identità deve essere firmata in calce) tramite le seguenti modalità:
  • Invio per posta elettronica all'indirizzo: 
  • Invio per posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo: 
  • Invio via Fax al numero: 0733 2935226
  • Invio per posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.

Verificata la correttezza della richiesta seguirà da parte del gestore l'accettazione del contratto.
Successivamente all'inoltro della richiesta, si prega di inviare l'originale della stessa (senza allegati), con le seguenti modalità:

  • Posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.
  • PEC all'indirizzo:  con la richiesta provvista di firma digitale
 
  
 
VOLTURA A TITOLO GRATUITO PER DECESSO DELL'INTESTATARIO DEL CONTRATTO
 
 
In caso di decesso dell’intestatario del contratto di fornitura idrica, un erede ovvero un soggetto residente nell’unità immobiliare in cui è sita l’utenza (art. 17.7 Regolamento SII e art. 16.1 del. ARERA 655/15), se intende mantenere la fornitura attiva, deve stipulare un contratto di voltura.
Il nuovo utente deve necessariamente comunicare un’autolettura del misuratore idrico ed assume obbligatoriamente i diritti e gli obblighi del precedente intestatario.
 
Questa operazione contrattuale prevede l’addebito della sola imposta di bollo di € 16.
 
Il contratto potrà essere stipulato con le seguenti modalità:
1. per chi vuole recarsi allo sportello APM: il soggetto richiedente deve presentarsi personalmente (non verrà accettata la delega alla firma) presso gli  sportelli utenti APM  con la documentazione necessaria;
 
2. per chi vuole presentare la richiesta senza recarsi allo sportello è necessario utilizzare la compilazione guidata previa registrazione allo sportello online. La richiesta di attivazione dovrà essere compilata e stampata, firmata ed inviata con i relativi allegati (attenzione la fotocopia del documento d'identità deve essere firmata in calce) tramite le seguenti modalità:
  • Invio per posta elettronica all'indirizzo: 
  • Invio per posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo: 
  • Invio via Fax al numero: 0733 2935226
  • Invio per posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.

Verificata la correttezza della richiesta seguirà da parte del gestore l'accettazione del contratto.
Successivamente all'inoltro della richiesta, si prega di inviare l'originale della stessa (senza allegati), con le seguenti modalità:

  • Posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.
  • PEC all'indirizzo:  con la richiesta provvista di firma digitale
  
 
 
SUBENTRO SU CONTRATTO UTENZA DA RIATTIVARE
 
La richiesta di subentro con riattivazione del punto di fornitura precedentemente disattivato, può essere inoltrata dall’utente finale che deve avere la documentazione necessaria a seconda che si tratti  di un subentro di un’utenza  per “uso domestico” o “non domestico”.
La riattivazione verrà eseguita entro 5 giorni lavorativi dalla stipula del contratto ovvero di richiesta di riattivazione (art. 18  Regolamento SII e art. 11 e 67.1 del. 655/2015 ARERA). 
 
Il contratto potrà essere stipulato con le seguenti modalità:
1. per chi vuole recarsi allo sportello APM: il soggetto richiedente deve presentarsi personalmente (non verrà accettata la delega alla firma) presso gli sportelli utenti APM  con la documentazione necessaria;
 
2. per chi vuole presentare la richiesta senza recarsi allo sportello è necessario utilizzare la compilazione guidata previa registrazione allo sportello online. La richiesta di attivazione dovrà essere compilata e stampata, firmata ed inviata con i relativi allegati (attenzione la fotocopia del documento d'identità deve essere firmata in calce) tramite le seguenti modalità:
  • Invio per posta elettronica all'indirizzo: 
  • Invio per posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo: 
  • Invio via Fax al numero: 0733 2935226
  • Invio per posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.

Verificata la correttezza della richiesta seguirà da parte del gestore l'accettazione del contratto.
Successivamente all'inoltro della richiesta, si prega di inviare l'originale della stessa (senza allegati), con le seguenti modalità:

  • Posta ordinaria all'indirizzo: APM SPA – Area Gestione Clienti - V.le Don Bosco, 34 – 62100 Macerata.
  • PEC all'indirizzo:  con la richiesta provvista di firma digitale
  
 
VARIAZIONI CONTRATTUALI
 
L’utente può richiedere, producendo idonea certificazione o tramite autocertificazione nei modi di legge, una variazione dei dati precedentemente comunicati alla stipula del contratto.
 
RICHIESTA DI VARIAZIONE DI RESIDENZA E DICHIARAZIONE NUMERO DEI COMPONENTI IL NUCLEO FAMILIARE
 
Se il titolare di un contratto di fornitura idrica per uso domestico trasferisce la propria residenza nell’unità immobiliare servita, per ottenere l’applicazione delle agevolazioni tariffarie previste per i residenti, è necessario che sottoscriva un’autocertificazione. 
 
Inoltre con la delibera ARERA n. 665/2017 è stata introdotta (recepita con delibera AATO  n. 3 Marche Centro n. 22/2018), per l’uso domestico residente, una tariffazione basata su un criterio pro-capite,  ovvero in base al numero dei componenti del nucleo familiare per cui è necessario in sede di autocertificazione di residenza dichiarare il numero degli occupanti l’abitazione ed in seguito comunicare le variazioni.
E’ possibile eseguire la compilazione guidata del modello di autocertificazione, previa registrazione al nostro sportello idrico online o scaricare il modello da compilare ed inviare con la copia del documento di identità del richiedente secondo le modalità previste.
 
 
 
RICHIESTA VARIAZIONE RECAPITO FATTURE SERVIZIO IDRICO
 
L'intestatario del contratto o altro soggetto delegato può  inserire un nuovo recapito al quale inviare le future fatture.
Si ricorda che vige l'obbligo per l’utente di installare le cassette postali in luogo accessibile al portalettere e con l’indicazione, ben visibile, del nome dell’intestatario e di chi ne fa uso (DECRETO 9 aprile 2001 del MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI).
E’  possibile eseguire la compilazione guidata del modello di richiesta, previa registrazione al nostro sportello idrico online o scaricare il modello da compilare ed inviare con la copia del documento di identità del richiedente secondo le modalità previste.
 
 
 
VARIAZIONE SCAGLIONE TARIFFARIO"USI DIVERSI"
 
La delibera 1/2010 dell’Autorità d’Ambito AATO 3 “Marche Centro” ha introdotto 4 classi di appartenenza da associare agli utenti del servizio idrico con tariffa “usi diversi”.La classe è stata assegnata ai clienti sulla base dei consumi registrati nel 2009.
 
In seguito la delibera Arera n. 665/2017/R/idr, ha modificato l’ampiezza degli scaglioni di consumo con decorrenza 01/01/18. In applicazione di tale provvedimento questo gestore ha ricondotto ciascuna utenza ad una delle nuove tipologie di uso diverso indicate in bolletta,  seguendo il criterio del consumo storico registrato nell’anno 2017. 
 
Qualora si intendesse optare per uno scaglione tariffario differente da quello assegnato si potrà inoltrare secondo le modalità previste l’apposito modello entro il 28 febbraio di ogni anno per avere la variazione con decorrenza inizio dell’anno in corso.

Scarica modello variazione “tariffa usi diversi”





DISDETTA CONTRATTO CON DISATTIVAZIONE FORNITURA IDRICA
 
L’utente che intende recedere dal contratto di somministrazione idrica deve darne comunicazione scritta al gestore il quale, ricevuta e validata la richiesta, provvederà alla chiusura dell’apparecchio di misura e a rilevare l’ultima lettura. L’addebito del corrispettivo per tale operazione verrà inserito nella fattura di chiusura. 
La disattivazione della fornitura verrà eseguita entro 7 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta dell’utente o in data posticipata espressamente indicata. L’utente dovrà garantire l’accesso al contatore, in mancanza di tale adempimento non sarà possibile dar seguito alla disattivazione e la richiesta di disdetta sarà ritenuta nulla.
 
E’  possibile eseguire la compilazione guidata del modello di richiesta, previa registrazione al nostro sportello idrico online o scaricare il modello  da compilare ed inviare con la copia del documento di identità del richiedente secondo le modalità previste.
 
 
DOMICILIAZIONE BANCARIA O POSTALE DELLA BOLLETTA

E' possibile richiedere da parte dell'intestatario (o cointestatario) di un c/c bancario o postale la domiciliazione delle bollette (SDD); la richiesta può essere effettuata mediante una delle seguenti modalità:

1. Richiesta al proprio istituto bancario/postale indicando il codice identificativo creditore SEPA che per l’APM è il seguente:
IT820010000000457550432 ed il codice identificativo dell’utente presenti in fattura (di fianco al bollettino).

2. Richiesta allo sportello del Gestore APM comunicando il codice IBAN del c/c bancario o postale su cui effettuare l'addebito. Nel caso in cui l'intestario del c/c non coincida con l'intestatario della fornitura, occorre presentare il modulo di richiesta sottoscritto dal titolare del c/c con allegata la copia di un documento di identità valido del correntista.
 
3. Invio al Gestore APM del modulo di richiesta (già compilato e sottoscritto dal titolare del c/c, corredato dalla copia di un documento di identità valido del correntista) all'Area Gestione Clienti tramite uno dei seguenti modi:
  • Invio per posta elettronica all’indirizzo:
  • Invio via fax al numero 0733/2935226
  • Invio per Posta ordinaria all’indirizzo:
        APM S.p.A. Area Gestione Clienti V.le Don Bosco, 34 62100 Macerata
 
4. E’  possibile eseguire la compilazione guidata del modello di richiesta, previa registrazione al nostro sportello idrico online o scaricare il modello  da compilare ed inviare con la copia del documento di identità del richiedente secondo le modalità previste.
 
 
 
 
RATEIZZAZIONE/DILAZIONE FATTURE EMESSE
 
Secondo quanto prescritto dalla delibera ARERA 655/15 la rateizzazione delle fatture emesse può essere richiesta a condizione che:
  • la fattura non sia scaduta o sia scaduta da meno di 10 giorni 
  • l’importo superi dell’80% il valore dell’addebito medio delle bollette emesse negli ultimi 12 mesi. 
  • venga regolarizzato il contratto di fornitura con richiesta di voltura nel caso lo stesso sia intestato ad un soggetto diverso da chi usufruisce del servizio o sia ancora intestato a persona defunta. 
Se i criteri della Delibera 655/15 sono applicabili, per la verifica cliccare sul seguente link, il piano avrà le seguenti caratteristiche:
  • cadenza delle rate pari alla cadenza di fatturazione dell’utenza da pagare nell’arco di 12 mesi (es: fattura quadrimestrale n. 3 rate concesse);
  • addebito degli interessi di dilazione non superiori al tasso di riferimento della BCE e in caso di ritardo del pagamento delle rate addebito degli interessi di mora. 
Qualora non si possa accedere alla procedura di richiesta di cui sopra (per scadenza dei termini e/o per importo della fattura inferiore), in deroga quindi a quanto prescritto dalla delibera 655/15, è prevista la possibilità per l’utente di richiedere comunque un piano di rateizzazione, differenziato a seconda della tipologia d’uso dell’utenza (uso domestico e diverso dal domestico). Il gestore si riserva di accettare il piano proposto. La richiesta, unitamente al documento di identità del richiedente dovrà essere presentata via e-mail: , via fax 0733.2935226 o presentata presso lo sportello clienti APM.

Scarica il modello di richiesta di rateizzazione fatture delibera ARERA n.655/15 (uso domestico e diverso dal domestico)
 
 
VERIFICA LIVELLO DI PRESSIONE
 
E’ possibile richiedere una verifica del livello di pressione al contatore inoltrando apposita richiesta utilizzando il modello predisposto, che può essere presentato via fax al numero 0733.2935226, via e-mail all’indirizzo o direttamente presso gli sportelli clienti APM. 
 
 
 
RETTIFICHE DI FATTURAZIONE
 
In caso di errori di lettura, malfunzionamento del contatore, errati addebiti o in tutti i casi in cui l’utente ritenga di aver ricevuto una bolletta non corretta, può essere richiesta la rettifica della fattura. 
La richiesta va inoltrata in forma scritta utilizzando il modello predisposto che può essere presentato via fax al numero 0733.2935226, via e-mail all’indirizzo o direttamente presso gli sportelli clienti APM. 
La richiesta di rettifica verrà valutata dall’Area Gestione Clienti, che comunicherà l’esito entro i termini previsti dalla Delibera AEEGSI n. 655/15.
 

 

RIMBORSO FATTURA A CREDITO
 
Nel caso l’utente riceva una fattura a suo credito, l’importo verrà accreditato nella fattura successiva. In caso di ultima fattura per chiusura della fornitura, il rimborso per importi superiori a € 11,00 avverrà con emissione di assegno circolare a nome dell’intestatario dell’utenza (bonifico bancario per gli utenti con domiciliazione bancaria/postale della bolletta). Per importi inferiori ad € 11,00 invece, il rimborso verrà effettuato previa richiesta scritta da parte dell’interessato utilizzando il modello di seguito indicato.
Se l’intestatario del contratto è defunto, l’erede dovrà inviare la richiesta di rimborso e la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà eredi utilizzando i modelli di seguito indicati.
 
Le richieste compilate, sottoscritte e complete degli allegati, potranno essere:
-presentate presso i nostri sportelli di Macerata o Castelfidardo;
-spedite ad APM S.p.A. Area Gestione Clienti V.le Don Bosco, 34 62100 Macerata;
-inviate per fax al n. 0733/2935226;
-inviate per e-mail: ;
-inviate per e-mail certificata:
 
 
 
FONDO GARANZIA PER PERDITE OCCULTE
 
Dall’anno 2010 è attivo il fondo garanzia perdite occulte (art. 53 bis Regolamento SII). Solo per gli utenti che hanno aderito, dietro presentazione di domanda per riduzione per perdita occulta, è prevista una fatturazione  a tariffa agevolata dei consumi fatturati in eccesso. La richiesta va formulata dopo il ricevimento della fattura che contabilizza i consumi oggetto della perdita ed entro 30 giorni dalla data della scadenza della stessa.
 


 
ESTENDIMENTO DI CONDOTTE IDRICHE ESISTENTI A SERVIZIO DI CASE SPARSE
 
Nel caso di abitazioni sparse, ubicate in zone non servite da condotte idriche, può essere effettuata una richiesta di estendimento delle condotte esistenti con a carico dei richiedenti di una quota del 30% dell'importo totale preventivato (Regolamento S.I.I. art. 23 comma 3).
La richiesta dovrà pervenire utilizzando l'apposito modello e dovrà essere allegata copia del versamento dei diritti di sopralluogo per ciascun richiedente.
Successivamente la richiesta verrà presa in carico dall'Area Tecnica che formulerà un preventivo di massima per l'esecuzione delle opere.
 
 
 
ALLACCI ALLA PUBBLICA FOGNATURA

Ai fini dell’ottenimento del permesso a costruire, (D.I.A., e/o altra autorizzazione) il Parere preventivo sullo schema fognario è parte integrante della documentazione presentata all’Amministrazione per una nuova costruzione, un ampliamento, una ristrutturazione di qualunque tipologia di insediamento o un cambio di destinazione d’uso di una o più unità immobiliari.

Scarica il Modulo “Parere preventivo sullo schema fognario”  solo per lo scarico di acque reflue domestiche provenienti da fabbricati civili, per tutti gli altri scarichi provenienti da insediamenti produttivi le richieste di parere dovranno essere presentati agli uffici SUAP del comune di appartenenza utilizzando il modulo Richiesta di Parere Preventivo sullo Schema Fognario da insediamenti produttivi sotto riportato

Dal 13/06/2013 le richieste di allaccio alla pubblica fognatura e le autorizzazione allo scarico degli insediamenti produttivi dovranno essere presentate presso gli uffici SUAP dei comuni interessati.
(DPR n.59 del 13/03/2013 Pubblicato sul supplemento ordinario n.42 della Gazzetta Ufficiale n.124 del 29/05/2013)
 
Scarica il Modulo "Domanda di autorizzazione o di rinnovo scarico industriale" (da presentare al SUAP)
Scarica il Modulo di "Istanza di assimilazione alle acque reflue domestiche" (da presentare al SUAP)

 
AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE O ASSIMILATE FUORI DELLA PUBBLICA FOGNATURA

Gli scarichi delle acque reflue domestiche o assimilabili alle acque reflue domestiche provenienti di nuclei abitativi isolati sul suolo o su corpi idrici superficiali devono essere conformi all’art. 27 delle NTA - Norme Tecniche di Attuazione - contenute nel Piano Regionale di tutela delle Acque. L’APM SpA provvede al rilascio delle autorizzazioni dei soli scarichi di acque reflue domestiche per il Comune di Macerata.